IL MONDO DELLO SPORT E LE PARTI SOCIALI : siamo rappresentati adeguatamente?

Inutile negare l'evidenza: nel corso dell'ultimo anno decine e decine di associazioni o realtà di vario genere si sono presentate sulla scena sportiva dichiarando, a vario titolo, di rappresentare il mondo sportivo spacciando di avere ruoli e poteri che , nella realtà dei fatti, si sono semplicemente arroccate d'avere. 

Per la tutela di un mondo così profondamente diviso e così profondamente frammentario non servono improvvisate associazioni che nascono e muoiono il tempo di un battito d'ali di farfalla o che si impongono al pubblico ascoltante con competenze che non appartengono loro .

Nel corso dell'ultimo anno abbiamo letto molte prese di posizioni molto forti, spesso contrastanti ma quasi sempre in posizione di attacco.

Costituire una associazione privata spacciandola per federazione o per sindacato non significa fare del bene al mondo sportivo ma significa solo creare ulteriore confusione in un mondo in cui incertezza e confusione regnano già sovrane. 

Sui nostri tavoli sono arrivate proposte di collaborazione da parte di presunte nuove federazioni o altisonanti sindacati di categoria di vario genere , molti dei quali costituiti sotto forma di associazione sportiva dilettantistica. 

Se vogliamo ottenere dal mondo politico il rispetto che meritiamo come appartenenti al mondo sportivo iniziamo da noi a fare un ragionamento di correttezza sui noi stessi: costituiamoci in forme di tutela , creiamo movimenti, parliamo di diritti ma facciamolo nel rispetto delle normative e della onestà intellettuale che il nostro mondo merita. 

Non serve seguire  chimere di chi si professa paladino dei nostri diritti professando esistenze di rappresentanze sindacali che non esistono . Il diritto al  " sindacato" è un diritto serio ma deve seguire, nell'iter di procedura di costituzione, rigidi paletti di rispetto delle norme.  I sindacati sono una cosa seria, non una improvvisazione dell'ultimo minuto. 

Una interessante differenza corre fra il concetto di PARTI SOCIALI e CORPI INTERMEDI :

  • Le prime sono i protagonisti del dialogo civile, parti degli accordi interconfedali o dei contratti collettivi quali associazioni di sindacati datoriali ovvero dei lavoratori ( talvolta governo o enti locali);
  • i secondi sono i sindacati, le associazioni di categoria e i partiti politici 
Molte realtà che si professano ora essere rappresentative dei diritti dei lavoratori sportivi sono semplicemente strutture che non trovano in diritto nessuna collocazione. 

Il diritto ad essere rappresentati è sacro: scegliamo bene da chi farci rappresentare.