SETTORE EQUESTRE: serve la professionalizzazione delle figure che operano nel settore ?

IL RUOLO CENTRALE NELLA FORMAZIONE DEDICATA AI FUTURI ESPERTI DEL TURISMO EQUESTRE: LA PROFESSIONALIZZAZIONE DI UNA FIGURA PROFESSIONALE CHE HA FINALMENTE BISOGNO DI ASSURGERE AL RUOLO DI PROFESSIONISTA RICONOSCIUTO

 


La professionalizzazione in Italia della figura dell’esperto equestre è un percorso inserito a pieno titolo nel mondo sportivo con il riconoscimento di qualifiche professionali rientranti nel mondo del Coni .

Nel nostro paese trovano applicazione due differenti figure professionali: quelle riconosciute in ordini e colleghi e quelle non riconosciute.

Nel primo gruppo vi rientrano le figure professionali dei notai, degli avvocati, dei consulenti del lavoro e di tutte le altre figure professionali ritenute tali secondo l’attuale ordinamento giuridico mentre tutte le figure differenti da quelle espressamente indicate sono ritenute non ordinistiche. E’ nel secondo gruppo che possono essere inserite le professionalità legate al mondo dell’equitazione ma che, esattamente come le prime, necessitano di percorsi di formazioni atti a dimostrare la competenza professionale del soggetto che pratica l’insegnamento della attività equestre.

Perché queste figure hanno bisogno di assurgere a un ruolo di professionalità riconosciuta, concetto differente dall’avere un ruolo di professionista riconosciuto? Semplicemente perché come tutte le figure professionali necessitano di una formazione idonea e del superamento di test che possano permettere di comprendere se la loro preparazione ha o meno le caratteristiche tali che possano loro permettere di svolgere correttamente la propria professione.

E’ per questo motivo che la formazione dedicata è fondamentale e può avvenire solo per il tramite di professionisti di comprovata esperienza.

Accanto alla formazione pratica è necessario formale queste persone anche sotto l’aspetto amministrativo e gestionale dei rapporti fra le loro attività e i soggetti fruitori del servizio.

Redazione @consulentidellosportedelterzosettore