CAMBIA IL MOTTO DEL CIO : una novità dopo 127 anni

Ci sono voluti 127 anni per avere il coraggio di cambiare un motto cosi radicato nella mente di ogni sportivo da essere quasi paragonabile a un antico geroglifico sacro inciso nelle pietre per volere del faraone imperatore. 

E ci è voluto il Covid, un problema cosi universalmente trasversale da colpire l'intero pianeta senza distinzione di razza, sesso , costume o religione.

Da oggi, dalle Olimpiadi dei Tokyo 2020 che ormai sono diventate Tokyo 2021 il nuovo motto sarà: CITUS, ALTIUS, FORTIUS , COMMUNIS".... bellissimo , perché "communis" significa più o meno " tutti insieme", ricordando quell'antico motto dei tre moschettieri alla corte di Luigi XIII di Francia. 

Più veloce, più in alto, più forte... insieme"

bellissimo, coinvolgente, energia pura. 

La leggenda narra che il motto nacque per volere di De Coubertin ma la storia racconta una versione differente: fu creato da Didon ma preso da De Coubertin e fatto suo, un po' come la storia di Edison e di Tesla, il primo conosciuto da tutti il secondo da pochissimi perchè la storia rende merito ai vincitori e raramente agli sconfitti.

La parola Communis è stata voluta da Bach che entra cosi nella storia ancora di più di quanto non lo sia già . 

In attesa delle Olimpiadi e di appassionarci insieme per qualcosa di unico . 

The word “together” after a hyphen has been added to the earlier motto, which was made up of three Latin words — Citius, Altius, Fortius, translating to “Faster Higher Stronger” in English.

The proposal to include the word together was made by IOC President Thomas Bach, which was endorsed by the body’s Executive Board (EB) in April.

A cura della redazione di @consulentidellosportedelterzosettore