IL NUOVO DECRETO SOSTEGNI. Gli aiuti di Stato

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale  il nuovo Decreto Legge 73/2021 recante misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19 in vigore dal 26 maggio 2021 articolato in : 
  1. Sostegno alle imprese, all’economia e abbattimento dei costi fissi;
  2. Misure per l’accesso al credito e la liquidità delle imprese;
  3. Misure per la tutela della salute ;
  4. Disposizioni in materia di lavoro e e politiche sociali;
  5. Enti territoriali;
  6. Giovani, scuola e ricerca;
  7. Cultura;
  8. Agricoltura e Trasporti;
  9. Disposizioni finali e finanziarie.

SOSTEGNO ALLE IMPRESE 
  • Contributo a fondo perduto 
  • Fondo per il sostegno alle attività chiuse per un periodo complessivo di almeno 4 mesi nell'arco di tempo fra il 1 gennaio e il 26 maggio 2021.
  • Incremento risorse per il sostegno ai comuni a vocazione montana 
  • Estensione e proroga del credito di imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda 
  • Proroga riduzione degli oneri delle bollette elettriche  per le utenze non residenziali 
  • Agevolazioni Tari 
  • Misure per il sostegno turistico e il tessile e la moda 
  • Proroga della sospensione delle attività dell'agente di riscossione al 30 giugno 2021 
  • Misure di sostegno al mondo sportivo 
MONDO DEL LAVORO 
  • Altri 4 mesi di reddito di emergenza che arriva cosi fino a settembre 
  • Reddito di ultima istanza per i professionisti con disabilità
  • Naspi 
  • Contratto di espansione 
  • Integrazioni salariali 
  • Contratto di rioccupazione dal 1 luglio al 31 ottobre 2021  con lo scopo di assorbire in parte l’impatto di potenziali licenziamenti a fine blocco (prorogato al 28 agosto per chi è tutelato da CIG, fissato a fine ottobre negli altri casi), favorendo il ricollocamento e la riqualificazione professionale di disoccupati (ai sensi dell’articolo 19 del decreto-legislativo 14 settembre 2015, n. 150).
  • Proroga indennità lavoratori spettacolo, turismo e stagionali . 
  • Decontribuzione nel turismo e negli stabilimenti termali e nel commercio 
  • Indennità per i collaboratori sportivi  dai 2400 agli 800 euro in base ai compensi percepiti
FONDO PERDUTO 

Hanno previsto il Fondo perduto ma non l'hanno certo reso semplice. 
Ce ne sono tre : 
  1. Il primo quello " vecchio ": quindi tutti coloro che hanno già ricevuto il ristoro dal primo decreto Sostegni non devono fare nulla perché riceveranno automaticamente sul conto corrente la somma identica al primo ristoro.  Se invece hanno fatto domanda per il credito di imposta lo stesso gli verrà in automatico riconosciuto anche questa volta . 
  2. Il secondo quello chiamato  FONDO PERDUTO ALTERNATIVO  nel caso in cui si abbia avuto una perdita non per l'intero 2020 sul 2019 ma nel periodo aprile 2020 fino a marzo 2021.  Chi opta per il secondo si vedrà scomputato l'importo del ristoro automatico  ( fare cose semplici mai ovviamente, sarebbe troppo bello).
  3. Il terzo detto SUL CALO UTILE 
quindi: 
  • Chi ha già preso i contributi del primo decreto Sostegni e vuole confermarli non deve fare nulla e i soldi arrivano in automatico. 
  • Chi ha già preso i contributi del primo decreto e vuole riparametrarli alle nuove date, presenta domanda e riceve la differenza. 
  • Chi non ha preso i contributi del primo decreto può chiedere quelli riparametrati al periodo primo aprile 2020 – 31 marzo 2021, applicando alla perdita di fatturato media mensile le nuove aliquote, più convenienti.

MISURE SPECIFICHE AL MONDO SPORTIVO 

Le disposizioni di cui all'articolo 81 del decreto-legge 14 agosto 2020, n.104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n.126, si applicano anche per le spese sostenute durante l'anno di imposta 2021, relativamente agli investimenti sostenuti dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021. 


  1. Autorizzazione di spesa massima pari a 90 milioni di euro . 
  2. Costituzione di un fondo con la dotazione di 56 milioni di euro per erogare un contributo a fondo perduto a ristoro delle spese sanitarie effettuate per i tamponi per le società professionistiche e per le asd iscritte al Coni o al Cip.  ( non si sa ancora come richiederlo perché è necessario attendere le modalità che verranno adottate entro 60 gg) 
  3. Previsto un fondo perduto per le asd e ssd  che hanno sospeso l'attività sportiva  ma si saprà come e in che modo entro 60 gg 
  4. Possibilità di richiedere finanziamenti erogati dal Credito sportivo  o da altro istituto per esigenze di liquidità 


Le garanzie  sono rilasciate, a titolo gratuito, alle seguenti condizioni: 

 d) la garanzia non può essere concessa a imprese che si trovavano già in difficoltà il 31 dicembre 2019, ai sensi del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione, del 17 giugno 2014, del Regolamento (UE) n. 702/2014 del 25 giugno 2014 e del Regolamento (UE) n. 1388/2014 del 16 dicembre 2014, salvo che si tratti di microimprese o piccole imprese che risultavano gia' in difficoltà al 31 dicembre 2019, purché' non siano soggette a procedure concorsuali per insolvenza; e) l'importo dei finanziamenti ammessi alle garanzie di cui al comma 10 non puo' superare, alternativamente: 1) il 25 per cento del fatturato totale del beneficiario nel 2019; 2) il fabbisogno per costi del capitale di esercizio e per costi di investimento nei successivi 18 mesi, nel caso di piccole e medie imprese, e nei successivi 12 mesi, nel caso di grandi imprese; tale fabbisogno è attestato mediante apposita autocertificazione resa dal beneficiario ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000 n. 445. 

  •  a) le garanzie sono rilasciate entro il 31 dicembre 2021, in favore di soggetti che non abbiano già pienamente utilizzato la loro capacità di accesso al Fondo di cui all'articolo 2, comma 100, lettera a), della legge 23 dicembre 1996, n. 662, come documentato e attestato dal beneficiario; 
  •  b) la garanzia copre fino al: 1) 100 per cento dell'ammontare del finanziamento garantito, della durata massima di 120 mesi, con un importo massimo garantito per singolo beneficiario di euro 30 mila e, a decorrere dal 1° luglio 2021, fino al 90 per cento; 2) 90 per cento dell'ammontare del finanziamento garantito, della durata massima di 72 mesi, con un importo massimo garantito per singolo beneficiario superiore ad euro 30 mila e fino ad un massimo di 5 milioni di euro; 
  •  c) a decorrere dal 1° luglio 2021 le garanzie di cui alla precedente lettera b), punto 2 sono concesse nella misura massima dell'80% e il limite di durata delle nuove operazioni finanziarie e' innalzato a 120 mesi. Per le operazioni finanziarie di cui alla precedente lettera b), punto 2, aventi durata non superiore a 72 mesi e gia' garantite dal Fondo, nel caso di prolungamento della durata dell'operazione accordato dal soggetto finanziatore, puo' essere richiesta la pari estensione della garanzia, fermi restando il predetto periodo massimo di 120 mesi di durata dell'operazione finanziaria.";