top of page

Censimento ISTAT: chi ha tempo, non perda tempo!



ISTAT (l'istituto nazionale di statistica) ci ricorda che il periodo di rilevazione campionaria del Censimento permanente delle istituzioni non profit, iniziato lo scorso10 marzo 2022 è stato esteso fino al 23 novembre 2022.


CHE COS'E' IL CENSIMENTO Come ci ricorda l'Istituto questo Censimento ha l’obiettivo di ampliare il patrimonio informativo disponibile sul settore tramite l’approfondimento di tematiche specifiche e la valorizzazione degli archivi amministrativi, verificando e completando, allo stesso tempo, le informazioni presenti nel Registro statistico delle istituzioni non profit.


Dopo i precedenti censimenti (leggi qui il report 2017 e lo studio del 14/10/2022 sul 2020) in questa edizione sono circa 110.000 le Istituzioni campione coinvolte, che dovranno partecipare alla rilevazione attraverso la compilazione autonoma di un questionario on line oppure attraverso un’intervista faccia a faccia con un rilevatore. PARTECIPARE E' OBBLIGATORIO?

ISTAT ricorda che partecipare al Censimento è un’importante opportunità ma soprattutto un obbligo per le istituzioni non profit incluse nel campione, estratte dal Registro statistico delle istituzioni non profit, hanno ricevuto la lettera informativa a firma del Presidente dell’Istat contenente le modalità per partecipare.


In particolare ecco quanto espressamente riportato nella lettera:


 

Obbligo di risposta e sanzioni La presente rilevazione, compresa tra le rilevazioni statistiche di interesse pubblico, è inserita nel Programma statistico nazionale 2017-2019 - Aggiornamento 2019 (codice IST-02578), approvato con DPR 25 novembre 2020. Il Programma statistico nazionale in vigore è consultabile sul sito internet dell’Istat all’indirizzo: https://www.istat.it/it/organizzazione-e-attività/organizzazione/normativa. L’obbligo di risposta per questa rilevazione è sancito dall’art.7 del decreto legislativo n. 322/1989 e dal DPR 25 novembre 2020 di approvazione del Programma statistico nazionale 2017-2019, Aggiornamento 2019 e dell’allegato elenco delle indagini che comportano l’obbligo di risposta per i soggetti privati; la violazione di tale obbligo sarà sanzionata ai sensi degli artt. 7 e 11 del decreto legislativo n. 322/1989 e del medesimo DPR 25 novembre 2020 (allegato "Elenco dei lavori (Sdi e Sda) compresi nel Psn 2017-2019 – Aggiornamento 2019 per i quali la mancata fornitura dei dati configura violazione dell'obbligo di risposta"). Alla pagina di riferimento dell’indagine https://www.istat.it/it/censimenti/censimento-non-profit/normativa-e-privacy è possibile consultare i rispettivi elenchi in vigore. Nell’elenco contenente le indagini per le quali, in caso di violazione dell’obbligo, è prevista l’applicazione della sanzione amministrativa, per ciascuna rilevazione sono riportati i “soggetti sanzionabili” e gli eventuali valori dimensionali previsti per avviare l’iter di accertamento. Decorso inutilmente il termine ultimo per la trasmissione dei dati – 23 settembre 2022 –, questo Istituto attiverà la procedura per l’accertamento delle violazioni dell’art. 7 del decreto legislativo n. 322/1989 ai fini dell'applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria, secondo quanto previsto dalla normativa in materia statistica sopra citata (artt. 7 e 11 del d.lgs. n. 322/1989 e DPR 25 novembre 2020). L’accertamento verrà eseguito tenendo conto del regolare ricevimento delle comunicazioni trasmesse da Istat e dei valori soglia in possesso dell’unità di rilevazione al momento dell’accertamento, così come esplicitati nel PSN in vigore e disponibili nei registri utilizzati dal titolare della rilevazione.


 

Ignoranza legis ... però, diciamo noi, un'idea della sanzione potevano pur darcela! Ad ogni modo, a parte che il DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA è quello del 9 marzo 2022 e non quello indicato nella comunicazione, sentiti gli operatori Istat è emerso che la sanzione varia a seconda dell'Ente negligente! Nel dubbio SE AVETE RICEVUTO LA LETTERA AVETE ANCORA TEMPO FINO AL 23 NOVEMBRE PER NON RISCHIARE




IO NON HO RICEVUTO NULLA!

Se non hai ricevuto la lettera probabilmente non rientri nel campione, oppure ISTAT non è riuscita a recapitare la tua lettera.


Ma ISTAT ci informa che se sei nel campione, ma non hai ricevuto la lettera sarà un rilevatore delle società MG Research e BVA-DOXA, che opera per conto di Istat nella conduzione di tale rilevazione su tutto il territorio italiano, a cercare di contattarti per fissare un appuntamento.


Puoi comunque sapere se sei nel campione chiamando il Numero Verde 800.188.847, attivo dal 10 marzo al 23 novembre 2022 (ore 9.00-19.00), da lunedì a sabato, esclusi i festivi.


INFO E CONTATTI

Per ricevere assistenza alla compilazione e chiarimenti durante la rilevazione è possibile:

  • Rivolgersi al Numero Verde gratuito 800.188.847

Il servizio è attivo tutti i giorni (dal lunedì al sabato, esclusi festivi) dalle ore 9:00 alle ore 19:00, dal 10 marzo al 23 novembre 2022

  • Scrivere alla casella di posta elettronica censimento.inp@istat.it


L’assistenza alla compilazione del questionario è completamente gratuita.


0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
bottom of page