E tu avrai il bonus da 200 Euro ?


Come tutti sapete è stato pubblicato in G.U. il c.d. Decreto Aiuti (D.L. 17 maggio 2022 n.50). In previsione del FOCUS con l'Avvocato Guido Martinelli di domani (ore 14 Canale OINP) l'Avv. Paolo Rendina e la Dott.ssa Katia Arrighi torneranno sull'annoso argomento : gli sportivi sono stati (ancora una volta) dimenticati ? Chi può essere titolare del contributo e chi no ? Ricordiamo che settimanalmente dedichiamo uno spazio LIVE a domande e risposte riservate agli abbonati all'Accademia.

Per fare una sintesi del Decreto ricordiamo che gli aiuti previsti dagli artt. 31 e seguenti prevedono l'erogazione automatica del contributo per alcuni destinatari mentre per altre categorie sarà necessario presentare apposita istanza. Vediamo in dettaglio a chi è rivolto il contributo una tantum

Contributo automatico erogato dal Datore di Lavoro :


  • lavoratori dipendenti, con esclusione dei titolari di rapporti di lavoro domestico

  • lavoratori che hanno beneficiato, in uno dei quattro mesi precedenti l'entrata in vigore del decreto, dell’esonero dei contributi previdenziali dello 0.8% 2021, riservato chi ha una retribuzione imponibile,non superiore a 2.692 euro (maggiorata del rateo di tredicesima)

  • Percettori Reddito di cittadinanza

Contributo automatico erogato da INPS

  • a i titolari residenti in Italia di uno o più trattamenti pensionistici, a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi o sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione, con decorrenza entro il 30.06.2022

  • con reddito personale complessivo non superiore a 35.000 euro lordi annui

Per i lavoratori non iscritti all'INPS verrà individua l'ente incaricato dell'erogazione della indennità, che provvederà negli stessi termini e alle medesime condizioni.


Contributo a richiesta

  • Aunonomi e professionisti titolari di p.iva. Per loro Il decreto aiuti istituisce un fondo di 400 milioni per finanziare il bonus e prevedendo che dovrà essere emanato un apposito decreto da adottarsi entro 30 giorni dal 18/05 in cui saranno definiti i criteri e le modalità per la concessione dell’indennità una tantum e anche i criteri di ripartizione tra INPS e casse private.

  • a coloro che hanno percepito, per il mese di giugno 2022, le prestazioni NASPI e DIS-COLL

  • ai titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa iscritti alla gestione separata INPS e con contratti attivi alla data del 18 maggio 2022, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie e con reddito non superiore a 35.000 euro per l’anno 2021.

  • ai lavoratori domestici con rapporto di lavoro in essere alla data del 18 maggio 2022

Da questa breve disamina è dunque chiaro che i "collaboratori sportivi ex 67 Tuir" non siano tra i soggetti destinatari del provvedimento emergenziale.


Speriamo, evidentemente, che nelle prossime ore intervengano ulteriori chiarimenti e, perché no, il giusto correttivo che preveda anche per gli sportivi non autonomi e non subordinati la possibilità di beneficiare del bonus. #news #sport #aiuti #utilità

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti