top of page

Il mondo dello sport vuole ascoltare la sua base


Indagine conoscitiva sulle tematiche afferenti al lavoro sportivo. Entro il 30 Aprile 2023 le Commissioni riunite VII - Cultura, scienza e istruzione - e XI - Lavoro pubblico e privato - svolgeranno un'indagine conoscitiva sulle tematiche afferenti al lavoro sportivo.

Lo scopo è quello di acquisire elementi di conoscenza più approfonditi sullo stato del comparto e per verificare l'impatto su tale settore delle nuove norme introdotte dal decreto legislativo n. 36 del 2021, attuativo dell'articolo 5 della legge n. 89 del 2019. e dal suo correttivo.

L'indagine conoscitiva, oltre a consentire di svolgere una valutazione sulla complessiva situazione del comparto dello sport in Italia, potrebbe essere un utile strumento per verificare alcune criticità da più parti evidenziate in ordine alle disposizioni che disciplinano il lavoro sportivo, contenute nel richiamato decreto legislativo n. 36 del 2021 e relative, in particolare, ai seguenti aspetti:

  1. l'introduzione della fattispecie del lavoro sportivo che potrebbe non condurre a una semplificazione del settore e potrebbe esporre le realtà associative a forme di contestazione;

  2. la nuova disciplina del lavoro sportivo genera una serie di obblighi di legge derivati dalla contrattualizzazione del lavoro ;

  3. l'assenza di tipizzazione delle diverse figure professionali ;

  4. l'abolizione del vincolo sportivo;

L'obiettivo dell'indagine conoscitiva è quello di porre le Commissioni nelle condizioni di esporre le sue proposte di intervento normativo per garantire l'efficacia dell'attesa riforma del settore.

L'indagine conoscitiva nello specifico si articolerebbe nel seguente programma di audizioni:

  • Ministro per lo sport e i giovani;

  • Ministro del lavoro e delle politiche sociali;

  • dirigenti ministeriali competenti nel settore, previa acquisizione dell'autorizzazione dei Ministri competenti, quando necessaria;

  • rappresentanti delle principali Federazioni e associazioni sportive;

  • rappresentanti di enti di promozione sportiva;

  • rappresentanti del Coni;

  • rappresentanti della società Sport e salute s.p.a.;

  • rappresentanti di associazioni di laureati in scienze motorie;

  • rappresentanti dei sindacati sportivi;

  • rappresentanti della Conferenza Stato-Regioni, dell'Anci e dell'Upi;

  • esponenti di organizzazioni e di categorie professionali interessati dalle tematiche del lavoro sportivo;

  • esperti e studiosi della materia.

Considerato che l'entrata in vigore delle disposizioni recate dal decreto legislativo n. 36 del 2021 (come da correttivo) è stata differita – dal decreto n. 198 del 2022 (cosiddetto decreto milleproroghe) – al 1° luglio 2023, le Commissioni ritengono opportuno concludere l'indagine entro il 30 aprile 2023.


TI RICORDIAMO CHE PUOI RIMANERE IN CONTATTO CON NOI ISCRIVENDOTI GRATUITAMENTE ALLA PAGINA TELEGRAM - SE QUESTO CONTENUTO TI E' STATO UTILE CONDIVIDILO !

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
bottom of page