top of page

Obbligo per i Presidenti delle ASD/SSD di richiedere il Certificato Penale


Carichi penali

Avv. Stella Frascà


La riforma dello sport ha introdotto diverse disposizioni a tutela dei minori.

Il D. Lgs. 36/2021 e successive modifiche, in particolare, al comma 7 dell’art. 33 prevede che ai minori che praticano attività sportiva si applica quanto previsto dal D. Lgs. N. 39/2014 in attuazione della Direttiva 2011/93/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio, relativa alla lotta contro l’abuso e lo sfruttamento sessuale dei minori e della pornografia minorile.


La norma richiamata prevede esplicitamente che il soggetto che intende impiegare sia come lavoratore che volontario una persona al fine di svolgere attività che comportino contatti diretti e regolari con i minori, è tenuto a richiedere il certificato penale del casellario giudiziale per verificare che tale soggetto non abbia subito condanne per taluno dei reati di cui agli articoli 600-bis, 600-ter, 600-quater, 600-quinquies e 609-undecies del codice penale, né sanzioni interdittive all'esercizio di attività che comportino contatti diretti e regolari con minori.


Il mancato adempimento comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma di € 10.000,00 a € 15.000,00.


Le ASD/SSD, tramite il sito del Ministero della Giustizia, possono richiedere il certificato all’Ufficio del Casellario Giudiziale presso la Procura della Repubblica competente. I sodalizi sportivi dilettantistici devono segnalare di essere esenti da imposta di bollo ai sensi dell’art. 27-bis, allegato d), DPR 642/72 e per effetto dell’art. 1, c. 646, della L. 145/2018.


Si segnala, inoltre, che in data 31 agosto 2023 la F.I.G.C. ha pubblicato le linee guida per l’adozione dei MOGC da parte di asd/ssd la cui adozione deve obbligatoriamente avvenire entro il 31 agosto 2024 in conformità con quanto previsto dall’art. 16 D. Lgs. n. 39/2021.


Vi segnaliamo il LINK al MINISTERO DELLA GIUSTIZIA per la richiesta di prenotazione del certificato on-line.

Come ci indica il Ministero:


l Certificato penale del Casellario Giudiziale per uso lavoro con i minori, anche detto Certificato Antipedofilia, mira ad attestare l’assenza di condanne definitive nei confronti di un soggetto relativamente a reati pedopornografici.

All’interno del certificato antipedofilia sono riportate le condanne per i reati previsti dei seguenti articoli del codice penale:

  • 600-bis (Prostituzione minorile)

  • 600-ter (Pornografia minorile)

  • 600-quater (Detenzione di materiale pornografico)

  • 600-quater.1 (Pornografia virtuale)

  • 600-quinquies (Iniziative turistiche volte allo sfruttamento della prostituzione minorile)

  • 609-undecies (Adescamento di minorenni)

A queste si aggiungono, inoltre, le eventuali sanzioni interdittive all’esercizio di attività che comportino contatti diretti e regolari con minori.



I certificati del casellario giudiziale, anche direttamente richiesti dal datore di lavoro, i certificati dei carichi pendenti e le visure del casellario giudiziale possono essere prenotati online.

PRECISAZIONE - Non tutti gli uffici hanno attivato il servizio di prenotazione online o per tutti i tipo di certificato. Questa informazione si ottiene entrando nel sistema di prenotazione.

I certificati prenotati si ritirano allo sportello dell'ufficio locale del casellario selezionato, consegnando il modulo di richiesta prodotto dal sistema o in alternativa il numero di prenotazione assegnato dal servizio online.

Le operazioni per la prenotazione online sono:

- selezionare l'ufficio locale del casellario presso cui s'intendono ritirare i certificati - leggere le informazioni sul servizio dell'ufficio selezionato: orari di apertura dello sportello, quali certificati sono prenotabili, modalità di rilascio - confermare l’ufficio selezionato - all'ufficio di Bolzano è possibile prenotare il rilascio anche in lingua tedesca del certificato

PRECISAZIONE - Contattare l’ufficio o consultare le sue pagine web per conoscere modalità di accesso e orari.

PRECISAZIONE - Per il ritiro del certificato prenotato online verificare presso l’ufficio o consultando le sue pagine web se è necessario prenotare anche un appuntamento per il ritiro

- selezionare la modalità di rilascio dei certificati con o senza urgenza

- selezionare il tipo di certificato o la visura - indicare il numero di copie richieste - se del caso, selezionare il motivo dell'esenzione dal pagamento del bollo o dei diritti di certificato - il certificato antipedofilia richiesto direttamente dal datore di lavoro, prevede i dati anagrafici del datore di lavoro o dell’impresa/società o associazione/organizzazione. È possibile allegare in formato digitale l’atto dal quale risulta la titolarità o la rappresentanza legale

inserire i dati personali - anagrafici (intestatario del certificato) - residenza (intestatario del certificato) - estremi del documento di identità del richiedente (si può allegare in formato digitale) - indirizzo di posta elettronica ordinaria del richiedente

- se si intende far ritirare gli atti da delegato, inserire i dati anagrafici e gli estremi del documento di identità del delegato (si può allegare in formato digitale) nonché l’indicazione se la delega è conferita anche per gli atti positivi

Compiuta la prenotazione, si riceve un messaggio di conferma al proprio indirizzo e-mail, che contiene il numero di prenotazione e l'importo da pagare in marche da bollo. Ad esso sono allegati i moduli compilati di prenotazione e, se del caso, di delega.

PRECISAZIONE - Non arriva mail di avviso per il ritiro

Allo sportello dell'ufficio del casellario selezionato occorre presentare: - il modulo di prenotazione o il numero di prenotazione - un documento di riconoscimento in corso di validità - in caso di delega, anche la copia del documento di identità del delegante con i moduli di prenotazione e di delega firmati in originale dal delegante.

Per ritirare le visure e/o i certificati prenotati munirsi delle marche da bollo per il contestuale pagamento, eccezion fatta per i casi di esenzione.

Nell'ipotesi in cui si abbia diritto all'esenzione dal pagamento, occorre produrre idonea documentazione (ad esempio numero di procedimento in caso di esenzione per separazioni, gratuito patrocinio o controversie di lavoro; dichiarazione del presidente della onlus che il certificato richiesto dal privato è legato ad una sua attività).

In caso di mancato ritiro del certificato entro trenta giorni dalla prenotazione, la richiesta è annullata dal sistema. La prenotazione può essere cancellata online soltanto finché non sia stata presa in carico dall’ufficio del casellario selezionato.




0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page