top of page

Un nuovo credito d'imposta per le sportive


credito d'imposta per lo sport

A cura della Redazione CDS

Questa estate verrà certamente ricordata come la più frenetica di sempre per quanto riguarda la gestione del mondo associativo in generale e sportivo in particolare. Oggi non parliamo di Riforma o di IVA (ve ne abbiamo parlato qui) ma di una misura di cui potrà beneficiare il settore sempre in cerca di aiuti, oggi come sempre.


In soccorso a questa atavica necessità corre la Legge 112/2023 che, all’articolo 37, disponde misure urgenti in materia di credito di imposta a sostegno dell’associazionismo sportivo.

​IL DECRETO PA-SPORT-GIUBILEO

​Il 16 Agosto 2023 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 112 /2023 recante disposizioni urgenti in materia di organizzazione delle pubbliche amministrazioni, di agricoltura, di sport, di lavoro e per l’organizzazione del Giubileo della Chiesa cattolica per l’anno 2025 convertendo, con modificazioni, il Decreto Legge 22 giugno 2023 n. 75 (qui nella sua versione definitiva).

In particolare viene stabilito:


  • Contrasto all’aumento di energia elettrica e gas acquistati fino al 30 settembre 2023;

  • investimento di almeno 10.000 Euro per le campagne pubblicitarie rivolto a leghe e società sportive rofessionistiche e società ed associazioni sportive dilettantistiche con ricavi nel 2022 almeno pari a 150.000 euro e fino a un massimo di 15 milioni di euro .


Stiamo parlando di una proroga fino al prossimo 30 settembre della tax credit per gli investimenti pubblicitari di società e associazioni sportive che investono nei settori giovanili e rientrano in determinati limiti dimensionali. Il nuovo testo modifica l’articolo 9, comma 1, del Decreto n. 4/2022, spostando la data entro cui sono valide le spese effettuate, ai fini della fruizione del credito d’imposta del 50%.


I destinatari dell’agevolazione sono i lavoratori autonomi, le imprese e gli enti non commerciali che hanno effettuato investimenti in campagne pubblicitarie, incluse le sponsorizzazioni, nei confronti di leghe che organizzano campionati nazionali a squadre per le discipline olimpiche o di società sportive professionistiche e associazioni sportive dilettantistiche iscritte al R.A.S. che operano in discipline ammesse ai Giochi olimpici e che svolgono attività sportiva giovanile.



0 commenti

Kommentare


bottom of page