Anche tu puoi scendere in campo contro la discriminazione e per la parità di trattamento.


E' stata siglato oggi 21 Marzo un importante accordo tra il Dipartimento dello Sport e UNAR (Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o sull’origine etnica) al fine di prevenire e contrastare i fenomeni di discriminazione e violenza in tutte le loro forme nei contesti sportivi.


L'accordo prevede precise aree di collavorazione tra Dipartimento e Unar per la realizzazione di iniziative finalizzate a :

a) definire attraverso un programma annuale attività congiunte di sensibilizzazione e formazione volte a promuovere la cultura del rispetto e dell’inclusione, nonché per la prevenzione e il contrasto di ogni tipo di discriminazione e di violenza nell’ambito sportivo.


b) collaborare a iniziative finalizzate ad una migliore conoscenza nei cittadini degli strumenti

normativi e delle strategie di contrasto e prevenzione delle situazioni di discriminazione,

soprattutto in contesti sportivi;


c) collaborare alla promozione di attività di sensibilizzazione, comunicazione e formazione, in

particolare durante la Settimana d’azione contro il razzismo che si celebra ogni anno a marzo in occasione della “Giornata Internazionale contro le discriminazioni razziali del 21 marzo” e durante la Settimana Europea dello sport che si tiene ogni anno, orientativamente tra il 23 e il 30 settembre;


d) definire modalità di collaborazione alle attività dell’Osservatorio nazionale contro le discriminazioni nello sport istituito dall’Unar;


e) promuovere campagne informative per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni e

della violenza nell’ambito sportivo e per la diffusione di esempi positivi di valorizzazione delle differenze e superamento delle discriminazioni;

f) promuovere, anche al di fuori delle predette occasioni, eventi, incontri, manifestazioni culturali e sportive formative e promozionali rivolte in particolare ai giovani e finalizzate all’educazione ai valori dello sport, alla tolleranza, al rispetto ed alla valorizzazione delle differenze, al rispetto delle regole e dell’avversario, nonché alla legalità intesa come conoscenza delle regole alla base della convivenza civile ed alla promozione dei diritti umani;

g) dare visibilità sui mezzi di comunicazione delle attività congiunte di sensibilizzazione e del

contenuto dell’accordo. Con l’Avviso pubblico del Dipartimento per lo sport viene attuata la collaborazione offrendo la possibilità a tutte le Associazioni e Società sportive dilettantistiche di presentare progettualità in ambito sportivo finalizzate al contrasto delle discriminazioni e alla promozione della parità di trattamento.




I progetti dovranno essere rivolti prioritariamente a giovani e dovranno prevedere la realizzazione di azioni positive che utilizzino lo sport e l’attività motoria quale strumenti per la prevenzione e contrasto al razzismo, all’intolleranza e alla xenofobia e promuovere azioni positive atte a contrastare le situazioni di discriminazioni anche, ma non esclusivamente, etnico-razziali.


Gli interventi potranno prevedere momenti educativi, formativi e sociali, anche massimizzando le capacità dello sport di veicolare contenuti valoriali, e potranno coinvolgere ulteriori attori del territorio nonché prevedere almeno un’attività durante uno o più dei seguenti momenti:

  • Settimana Europea dello Sport

  • Giornata mondiale contro il razzismo 2023

  • Giornata Nazionale dello Sport

  • Giornata Internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace

Vogliamo inoltre segnalare che nel 2020, la Commissaria Mariya Gabriel aveva annunciato l'istituzione di un gruppo di esperti con l'obiettivo di discutere la via da seguire e proporre alla Commissione europea, agli Stati membri dell'UE e alle organizzazioni sportive azioni future nel settore dell'uguaglianza di genere all'interno del settore sportivo.


I lavori, iniziati a febbraio 2021 e conclusisi a dicembre 2021, hanno portato alla realizzazione di una serie di Raccomandazioni da utilizzare per l’attuazione di azioni concrete a livello locale, nazionale ed europeo. Le Raccomandazioni sono disponibili, attualmente solo in inglese




#sport #diritti #parità #avviso #opportunità

0 commenti