top of page

Ristoro spese sanitaire. Come chiederlo.


Come si possono richiedere i fondi messi a disposizione per il ristoro delle spese mediche / sanitarie effettuale nel corso del 2022 dagli enti sportivi ?



[A cura di Massimiliano Zito]


Il modulo per richiedere i ristori per spese sanitarie sostenute dal 1.02.2022 al 31.03.2022 dalle società sportive professionistiche e ASD entro il 7.12.2022.


Il Dipartimento per lo sport informa che il 4 novembre è stato registrato dalla Corte dei Conti con n.2756 il Dpcm 3 ottobre 2022 relativo alle modalità e ai termini di presentazione delle richieste di erogazione del contributo a fondo perduto, da parte di ASD, società sportive dilettantistiche iscritte al registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche presso il Dipartimento per lo Sport, a ristoro:

  • delle spese sanitarie,

  • delle spese di sanificazione e prevenzione

  • delle spese sostenute per l'effettuazione di test di diagnosi dell'infezione da COVID-19,


I beneficiari dovranno presentare le domande agli organismi sportivi affilianti:

  • Federazioni o Leghe per le società sportive professionistiche,

  • Federazioni, Enti di promozione sportiva o Discipline Sportive per ASD e SSD


che, a loro volta, dovranno presentare al Dipartimento per lo sport il prospetto delle domande pervenute e istruite positivamente.


Nello specifico le spese a ristoro sono le spese effettuate tra il 1° febbraio 2020 e il 31 marzo 2022 sostenute per:


  1. la somministrazione di tamponi, sia antigenici che molecolari, a coloro che prestano la propria opera nell'ambito delle attività lavorative e istituzionali esercitate dai soggetti che presentano domanda di accesso;

  2. la sanificazione degli ambienti in cui si svolge l'attività del soggetto che presenta la domanda di accesso al contributo;

  3. l'acquisto di prodotti detergenti, disinfettanti e di dispositivi di protezione individuale, quali mascherine, guanti, visiere e occhiali protettivi, tute di protezione e calzari, che siano conformi ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla normativa europea;

  4. gli accertamenti effettuati nei confronti di coloro che prestano la propria opera nell'ambito delle attività lavorative e istituzionali esercitate dai soggetti di cui all'articolo 2

  5. l'acquisto di dispositivi di sicurezza diversi da quelli di cui alla lettera c), quali termometri, tennoscanner, tappeti e vaschette decontaminanti e igienizzanti, colonnine automatiche per gel igienizzante, gel igienizzante, che siano conformi ai requisiti essenziali di sicurezza previsti dalla normativa europea, ivi incluse le eventuali spese di installazione

  6. l'acquisto di dispositivi atti a garantire la distanza di sicurezza interpersonale, quali barriere e pannelli protettivi, ivi incluse le eventuali spese di installazione;

  7. la somministrazione di test sierologici per la ricerca di anticorpi anti SARS-CoV-2 a coloro che prestano la propria opera nell'ambito delle attività lavorative e istituzionali esercitate dai soggetti di cui all'articolo 2;

  8. i costi del personale sanitario specializzato, che non siano già a carico della finanza pubblica, per lo svolgimento delle attività di cui alla lettera a);

  9. i seguenti accertamenti effettuati nei confronti di coloro che prestano la propria opera nell'ambito delle attività lavorative e istituzionali esercitate dai soggetti di cui all'articolo 2:

  • Visita medica;

  • Esame clinico effettuato dal Responsabile Sanitario, specialista in Medicina dello Sport; Test da sforzo massimale con valutazione polmonare (test cardio polmonare) e saturazione 02 a riposo, durante e dopo sforzo;

  • Ecocardiogramma color doppler; ECG a riposo;

  • ECG Holter 24hr (inclusivo di una seduta di allenamento o di sforzo); Esame Spirometria Completo (FVC, VC, MVV);

  • Esami ematochimici;

  • Radiologia polmonare: TAC per COVID+;


0 commenti
bottom of page